Informazioni Utili per il Vostro Soggiorno



Attenzione, per ultimissimi aggiornamenti consultare il sito Viaggiare Sicuri

1. PRIMA DELLA PARTENZA


  • Controllare la validità dei documenti per l’espatrio.
  • Controllare la documentazione di viaggio da noi consegnata prima della partenza.
  • Non portare oggetti di valore.
  • Fare una fotocopia del documento d’identità e della tessera dei servizi.
  • Tenere sempre una piccola cifra di riserva.
  • Per chi segue determinate cure mediche portare i medicinali occorrenti e/o una prescrizione del proprio medico curante redatta possibilmente nella lingua del paese di soggiorno.
  • Per i teenager consigliamo di depositare denaro, biglietti aerei e i documenti d’identità in originale presso il servizio di safe-box del college/scuola.


2. DOCUMENTI PER L’ESPATRIO


Per cittadini di nazionalità italiana
Ai viaggiatori diretti all'estero si consiglia di munirsi sempre di passaporto individuale, con validità residua ed eventuale visto richiesti dal Paese di destinazione. Il passaporto resta il principale documento per le trasferte oltre confine, poiché universalmente riconosciuto. Per i cittadini italiani l'organizzatore raccomanda inoltre al turista di controllare preventivamente l'adeguatezza dei propri documenti consultando il sito ufficiale della polizia di stato: www.poliziadistato.it/pds/cittadino/passaporto/passapor.htm.
In particolare l'organizzatore invita il turista di cittadinanza italiana a verificare, presso le competenti Autorità, l'aggiornamento dei documenti, incluso quelli dei minori, carta di identità o passaporto in corso di validità, visti, trattamenti sanitari obbligatori e/o consigliati. Se il viaggio prevede un transito o un soggiorno negli Stati uniti, si ricorda che a partire dal 12 gennaio 2009 è obbligatorio ottenere un'autorizzazione ESTA

Chi si reca nei Paesi UE può utilizzare la carta d'identità italiana che non rechi sul retro la dicitura “NON VALIDA PER L'ESPATRIO”. Ricordiamo che nelle frontiere estere vengono quasi sempre sollevate eccezioni sulla regolarità delle carte di identità rinnovate solo con il timbro. Consigliamo pertanto di munirsi di altro documento (es. passaporto) per evitare spiacevoli rifiuti.

Condizioni per l'espatrio del minore: Fino al compimento dei 14 anni i minori italiani possono espatriare solo se:
  • accompagnati da almeno un genitore o con chi ne fa le veci (es: tutore, esercente la potestà genitoriale).
  • in viaggio con almeno un genitore sul passaporto del minore siano riportati (fatta salva diversa volontà, espressa all'atto della richiesta del passaporto) i nomi di almeno uno dei genitori in qualità di accompagnatore. Se il nome del genitore non è riportato sul passaporto del minore, al momento dell'espatrio lo stesso genitore deve poter dimostrare il rapporto di parentela attraverso, ad esempio, l'esibizione dello stato di famiglia o dell'estratto di nascita del minore. Per gli esercenti la potestà genitoriale occorre munirsi di documentazione della nomina a tutore o dell'atto di affido. Tutto ciò è necessario per impedire espatri illegali di minori per conto di terzi.
  • affidati ad un accompagnatore munito di dichiarazione di accompagno
  • affidato con dichiarazione di accompagno dai genitori o dagli esercenti la potestà genitoriale ad un Ente (es: compagnia aerea) Compiuti i 14 anni possono viaggiare senza accompagnatori sia in ambito UE che per destinazioni extra UE. Invitiamo a consultare il sito www.poliziadistato.it per approfondimenti sulla dichiarazione di accompagnamento.
Per i cittadini NON-EU
Dovranno contattare la loro Ambasciata in Italia per la verifica dei documenti d'espatrio necessari ed eventuali visti. Dichiarazione di accompagno: Per i minori di anni 14 che si recano all'estero, oltre al documento di espatrio, è richiesta la dichiarazione di accompagno indicante il nome della persona o dell'ente cui il minore viene affidato sottoscritta da chi esercita la potestà sul minore e vistata dagli organi competenti al rilascio del documento di espatrio. International Know How e l'agenzia venditrice non possono essere ritenuti responsabili per problemi causati da documenti per l'espatrio in regola rispetto alle disposizioni previste dallo stato ospitante.
Consigliamo a tutti di controllare presso la Questura o Comune di residenza la validità del proprio documento. Ai cittadini comunitari, che non siano italiani e non extra UE, le informazioni saranno fornite una volta a conoscenza della nazionalità del passeggero.

L'organizzatore ricorda che è responsabilità del turista procurarsi i documenti di viaggio necessari e conformi alle richieste dell'ufficio dogana e immigrazioni.

3. ASSISTENZA SANITARIA


I cittadini italiani che si recano temporaneamente in uno Stato membro dell'Unione Europea, possono ricevere le cure mediche necessarie previste dall'assistenza sanitaria pubblica locale, se hanno la Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM) detta "Tessera Sanitaria". Per maggiori informazioni al riguardo si consiglia di consultare la propria ASL o il sito del Ministero della Salute: www.ministerosalute.it
Assicurazioni incluse nei nostri pacchetti:
L’assicurazione medica Mondial Assistance Europe N.V. - 24 ore su 24 che prevede le garanzie di assistenza sanitaria, del rimborso delle spese mediche e del danneggiamento del bagaglio. Con i documenti di viaggio è consegnata la polizza con le istruzioni riguardanti l’utilizzo in caso di necessità. Per le destinazioni extra europee consigliamo di sottoscrivere l’assicurazione Globy Rossa o Globy Student che garantisce una copertura illimitata consigliata soprattutto per chi si reca in Paesi dove l’assistenza medica è a pagamento. Consultate il sito www.globy.it

4. VACCINAZIONE - MONETA - VISTI


Il turista (adulti/bambini), in funzione della propria nazionalità, deve essere in possesso dei documenti di espatrio validi e degli eventuali visti e/o permessi particolari richiesti per accedere a ciascuno Stato di destinazione ricompreso nel proprio itinerario. Per maggiori informazioni e precisazioni il turista può rivolgersi agli uffici di rappresentanza, ove esistenti, di ciascuno Stato di destinazione di suo interesse. L’organizzatore pubblica le informazioni relative ai documenti di espatrio e visti necessari ai cittadini italiani per ciascuno Stato di destinazione programmato. Poiché tali informazioni possono variare, anche senza preavviso, l’organizzatore raccomanda ai turisti italiani di consultare sempre prima della partenza il sito ufficiale del Ministero degli  Affari Esteri Italiano www.viaggiaresicuri.it  sul quale sono costantemente aggiornate  le informazioni generali e le avvertenze relative a tutti i paesi con particolare riferimento a quelle pertinenti la sanità, documenti richiesti e sicurezza. Le stesse informazioni possono essere ottenute chiamando anche, dall’Italia, il numero 06.491115. Per i cittadini italiani l’organizzatore raccomanda inoltre al turista di controllare preventivamente l’adeguatezza dei propri documenti consultando il sito ufficiale della polizia di stato: www.poliziadistato.it/pds/cittadino/passaporto/passapor.htm. In particolare l’organizzatore invita il turista di cittadinanza italiana a verificare, presso le competenti Autorità, l’aggiornamento dei documenti, incluso quelli dei minori, carta di identità o passaporto in corso di validità, visti, trattamenti sanitari obbligatori e/o consigliati.

L’organizzatore ricorda che è responsabilità del turista procurarsi i documenti di viaggio necessari e conformi alle richieste dell'ufficio dogana e immigrazioni.


Riportiamo alcuni dati estrapolati dal sito ufficiale del Ministero degli Affari Esteri: www.viaggiaresicuri.it

  • AUSTRALIA - Vaccinazioni: nessuna. Moneta: Dollaro Australiano. Passaporto: necessario, in corso di validità.
    Visto d’ingresso: necessario. Il visto turistico si può ottenere via internet ed è denominato “e-visitor visa” (vedi sito http://www.immi.gov.au/visitors/tourist/evisitor/ ). Ha validità di 90 giorni.

  • AUSTRIA - Vaccinazioni: Nessuna. Moneta: Euro. Passaporto/carta d’identità valida per l’espatrio: è necessario viaggiare con uno dei due documenti non scaduti. L’Austria fa parte dell’UE e aderisce allo Spazio Schengen.

  • BELGIO - Vaccinazioni: Nessuna. Moneta: Euro. Passaporto/carta d’identità valida per l’espatrio. E’ necessario viaggiare con uno dei due documenti in corso di validità. La carta d’identità rinnovata può essere rifiutata, specie agli imbarchi aeroportuali dalle compagnie low cost. Il Paese fa parte dell’UE ed aderisce all’accordo di Schengen. 

  • CANADA - Vaccinazioni: nessuna. Moneta: Dollaro Canadese. Passaporto: è richiesto il passaporto con validità pari almeno alla durata del soggiorno. Si suggerisce tuttavia che il passaporto abbia validità di almeno sei mesi della data d’ingresso nel Paese. Visto d’ingresso: “electronic Travel Authorization “ (eTA). Dal 15 marzo 2016 gli stranieri esenti da visto, tra cui i cittadini italiani, diretti in Canada per via aerea dovranno munirsi prima dell’imbarco dell’”electronic Travel Authorization” (eTA), similmente a quanto avviene per l’ingresso negli Stati Uniti con l’ESTA. La richiesta dell’eTA dovrà essere effettuata online. A tale fine saranno necessari un passaporto valido, una carta di credito e un indirizzo di posta elettronica. L'eTA sarà collegata elettronicamente al passaporto del richiedente e sarà valida per cinque anni o fino alla scadenza del passaporto, se questa interviene prima. Il relativo costo è di 7 dollari canadesi. Per ulteriori informazioni, in italiano, sull’eTA, si prega di consultare la seguente pagina Internet www.cic.gc.ca/english/visit/eta-facts-it.asp

  • CINA - Vaccinazioni: nessuna. Non esistono malattie endemiche particolari, tuttavia la tubercolosi e l'epatite A e B sono molto diffuse. Moneta: Yuan/RMB. Passaporto: necessario, con validità residua di almeno sei mesi. Visto d'ingresso: richiesto. Le richieste visto vanno indirizzate, anche attraverso le Rappresentanze diplomatico-consolari cinesi in Italia (per maggiori informazioni su modalità e documentazione richiesta: www.fmprc.gov.cn. Non è previsto il rilascio di visti ai posti di frontiera, per cui coloro che all’arrivo in territorio cinese ne risultano sprovvisti vengono respinti.

  • FRANCIA - Vaccinazioni: nessuna. Moneta: Euro. Passaporto/carta d’identità valida per l’espatrio. E’ necessario viaggiare con uno dei due documenti in corso di validità. Il Paese fa parte dell’UE ed aderisce all’accordo di Schengen. Si segnala che le carte d’identità in formato cartaceo rinnovate con timbro apposto dal Comune di appartenenza non sono accettate.

  • GERMANIA - Vaccinazioni: nessuna. Moneta: Euro. Passaporto/carta d’identità valida per l’espatrio. E’ necessario viaggiare con uno dei due documenti in corso di validità. Il Paese fa parte dell’UE ed aderisce all’accordo di Schengen. 

  • GRECIA - Vaccinazioni: nessuna. Moneta: Euro. Passaporto/carta d’identità valida per l’espatrio. E’ necessario viaggiare con uno dei due documenti in corso di validità. Il Paese fa parte dell’UE ed aderisce all’accordo di Schengen. 

  • IRLANDA - Vaccinazioni: nessuna. Moneta: Euro. Passaporto/carta d’identità valida per l’espatrio. E’ necessario viaggiare con uno dei due documenti in corso di validità. Il Paese fa parte dell’UE, ma non dell’area Schengen, quindi alla frontiera ci sono approfonditi controlli dei documenti di viaggio. Si segnala che spesso comportano notevoli disagi (fino al respingimento in frontiera) le carte d’identità in formato cartaceo, specie se rinnovate con timbro apposto dal Comune di appartenenza. E’ opportuno verificare inoltre prima della partenza che il documento d’identità non presenti danneggiamento alcuno: il pur minimo deterioramento potrebbe comportare respingimenti.

  • MALTA - Vaccinazioni: nessuna. Moneta: Euro. Passaporto/carta d’identità valida per l’espatrio. E’ necessario viaggiare con uno dei due documenti in corso di validità. Il Paese fa parte dell’UE ed aderisce all’accordo di Schengen. 

  • MAROCCO - Vaccinazioni: nessuna. Si registrano casi di epatite e, più raramente, di tifo (malattie endemiche in Marocco).  Si segnala una recrudescenza di casi di rabbia, che hanno provocato un numero elevato di decessi nella popolazione locale, non solo rurale. Si raccomanda di contattare immediatamente un medico in caso di morsi o graffi da parte di animali, anche domestici. Moneta. Dirham marocchino E’ vietato uscire dal Marocco con Dirham. Alla fine del soggiorno in Marocco si possono convertire in Euro o altra valuta straniera solo i Dirham acquistati in precedenza presentando le relative ricevute. Passaporto in corso di validità. Per ulteriori informazioni sulla documentazione necessaria per l’ingresso nel Paese contattare l’Ambasciata del Regno del Marocco in Italia (Tel: (+39) 06.855080201/02/03/04; e-mail: ambmaroccoroma@maec.gov.ma. Visto d’ingresso: non è richiesto per i cittadini italiani.

  • NUOVA - ZELANDA - Vaccinazioni: nessuna. Moneta: Dollaro Neozelandese. Passaporto in corso di validità. Per ulteriori informazioni http://www.dol.govt.nz/immigration/knowledgebase/item/1166
    Visto d’ingresso: dal 1° novembre 2010 è entrata in vigore la nuova legge locale sull’immigrazione. Gli italiani che intendano recarsi in Nuova Zelanda per turismo od affari per periodi di permanenza non superiori ai 90 gg. non è necessario il visto, ma sono richiesti alcuni requisiti (es. biglietto di a/r, disponibilità monetaria per il proprio mantenimento). Si consiglia pertanto di informarsi preventivamente presso il competente Ufficio dell’Immigtration http://www.immigration.govt.nz/migrant/general/aboutnzis/contactus.  Il visto è comunque obbligatorio per coloro che si recano nel Paese per motivi di altra natura (lavoro, studio, etc.) ed è rilasciato dalle competenti Autorità dell’Immigration neozelandese: http://www.immigration.govt.nz/ 

  • PORTOGALLO - Vaccinazioni: nessuna. Moneta: Euro. Passaporto/carta d’identità valida per l’espatrio. E’ necessario viaggiare con uno dei due documenti in corso di validità. Il Paese fa parte dell’UE ed aderisce all’accordo di Schengen. 

  • REGNO UNITO - Vaccinazioni: nessuna. Moneta: Sterlina. Passaporto/carta d’identità valida per l’espatrio. E’ necessario viaggiare con uno dei due documenti in corso di validità. Il Paese fa parte dell’UE, ma non dell’area Schengen, quindi alla frontiera ci sono approfonditi controlli dei documenti di viaggio. Si segnala che spesso comportano notevoli disagi (fino al respingimento in frontiera) le carte d’identità in formato cartaceo, specie se rinnovate con timbro apposto dal Comune di appartenenza. E’ opportuno verificare inoltre prima della partenza che il documento d’identità non presenti danneggiamento alcuno: il pur minimo deterioramento potrebbe comportare respingimenti. Visto d’ingresso: non necessario per i cittadini italiani e dei Paesi UE. E’ invece necessario per la maggior parte dei cittadini non-UE, anche se regolarmente residenti in Italia, dato che il Regno Unito non aderisce all’area di libera circolazione Schengen. Per verificare la lista dei Paesi i cui cittadini hanno bisogno del visto per recarsi nel Regno Unito, consultare la seguente pagina WEB: http://www.ukvisas.gov.uk/en/doineedvisa/

  • RUSSIA - Vaccinazioni: nessuna. Moneta: Rublo. Passaporto: necessario, con validità residua di almeno 6 mesi al momento dell’arrivo nel Paese. Visto d’ingresso: obbligatorio (si raccomanda vivamente di non arrivare in Russia sprovvisti di visto poiché "in loco" è impossibile regolarizzare la propria posizione nei confronti delle Autorità locali, con conseguente respingimento alla frontiera e ritorno in Italia a proprie spese e previo pagamento di una forte multa).  All'ingresso nel Paese si deve compilare la Carta di Immigrazione. Per il rilascio e informazioni specifiche sui vari tipi di visto, rivolgersi direttamente agli Uffici diplomatico-consolari russi presenti in Italia. Prima di ottenere il visto d’ingresso, si consiglia di verificare lo stato d’uso del passaporto, poiché le Autorità di frontiera possono negare l’ingresso del Paese ai possessori di passaporti eccessivamente deteriorati. Vedi anche: http://www.visto-russia.com

  • SPAGNA - Vaccinazioni: nessuna. Moneta: Euro. Passaporto/carta d’identità valida per l’espatrio. E’ necessario viaggiare con uno dei due documenti in corso di validità. Il Paese fa parte dell’UE ed aderisce all’accordo di Schengen. Si segnala che le carte d’identità in formato cartaceo rinnovate con timbro apposto dal Comune di appartenenza non sono accettate.

  • STATI UNITI D’AMERICA - Vaccinazioni: nessuna. Moneta: Dollaro USA. Passaporto: necessario.
    Per entrare negli Stati Uniti nell’ambito del programma "Viaggio senza Visto" (Visa Waiver Program) è necessario ottenere un
    'autorizzazione ESTA (Electronic System for Travel Authorization). L'autorizzazione, che ha durata di due anni, o fino a scadenza del passaporto, va ottenuta prima di salire a bordo del mezzo di trasporto, aereo o navale, in rotta verso gli Stati Uniti accedendo, almeno 72 ore prima della partenza, tramite Internet al Sistema Elettronico per l’Autorizzazione al Viaggio (ESTA) (Electronic System for Travel Authorization) - sito https://esta.cbp.dhs.gov . Gli USA hanno adottato una legge di riforma del Visa Waiver Program (Programma Viaggio senza Visto), che comporta nuove condizioni per chi intende viaggiare verso gli Stati Uniti in esenzione da visto. Sono tuttora in corso di adozione misure di attuazione della nuova normativa, che laddove si verifichino alcune particolari condizioni potrebbero influire anche su chi ha già ottenuto un ESTA (Sistema Elettronico di Autorizzazione di Viaggio) pur se in corso di validità.

A partire dal 21 gennaio 2016 viene limitata la possibilità di usufruire del programma Visa Waiver Program a chi, essendo doppio cittadino, ha la cittadinanza anche di uno dei seguenti Paesi: Iran, Iraq, Siria o Sudan, nonché per chi ha viaggiato nei citati paesi a partire dal 1° marzo 2011 (sono previste eccezioni per alcune specifiche categorie di viaggiatori). Si raccomanda pertanto a chi intende recarsi in USA di controllare attentamente prima della partenza i siti web delle Sedi diplomatiche e consolari statunitensi per verificare la sussistenza della possibilità di essere ammessi in quel Paese senza visto.

Viaggi all’estero di minori: si prega di consultare il Focus:Prima di partire - documenti per viaggi all’estero di minori” sulla home page del sito www.viaggiaresicuri.it.

Per usufruire del programma "Visa Waiver Program” occorre avere uno dei seguenti documenti: passaporto elettronico, rilasciato a partire dal 26 ottobre 2006; oppure passaporto con foto digitale rilasciato fra il 26 ottobre 2005 e il 26 ottobre 2006. E’ necessario: a) viaggiare esclusivamente per affari e/o per turismo; b) rimanere negli Stati Uniti non più di 90 giorni; c) possedere un biglietto di ritorno. In mancanza anche di uno dei suddetti requisiti, è necessario richiedere il visto. Si ricorda che il passaporto deve essere in corso di validità e che la data di scadenza deve essere successiva alla data prevista per il rientro in Italia. Un’autorizzazione “ESTA” (come già avviene attualmente in base al “Visa Waiver Program") non garantirà un’automatica ammissione in territorio americano che sarà lasciata alla discrezionalità delle competenti Autorità doganali e di frontiera. Per maggiori informazioni riguardo il programma “ESTA” si consiglia di consultare direttamente il sito internet: www.cbp.gov./travel.

  • SUD AFRICA - Vaccinazioni: nessuna. Ai viaggiatori provenienti da aree in cui la febbre gialla è endemica, può essere richiesto al momento dell’arrivo nel Paese, il certificato comprovante l’avvenuta vaccinazione. Moneta: Rand. Passaporto: necessario. Richiesta validità residua di almeno 30 giorni successiva alla data di uscita prevista dal Paese, con almeno 2 pagine bianche.Le Autorità locali sono sempre più ferme nel negare l’accesso agli stranieri che non siano in possesso di un documento con tali caratteristiche. La conseguenza del mancato ingresso nel Paese comporta l’arresto alla frontiera ed il rimpatrio, ad opera della stessa compagnia aerea, con il primo volo disponibile. Visto d’ingresso: necessario. Fino a 90 giorni di permanenza nel Paese il visto turistico viene rilasciato direttamente al momento dell’arrivo in frontiera.  Per soggiorni superiori a 90 giorni occorre richiedere il visto d’ingresso alla rete diplomatico-consolare del Sud Africa in Italia. Vedi anche: www.sudafrica.it/consolato.htm

PER TUTTE LE DESTINAZIONI

Viaggi all’estero di minori: si prega di consultare il Focus: “Prima di partire - documenti per viaggi all’estero di minori” sulla home page del sito www.viaggiaresicuri.it.



Informazioni aggiornate al 15 gennaio 2016

5. BAGAGLIO


Peso-dimensioni: ogni compagnia aerea può prevedere delle disposizioni diverse in materia di bagaglio (dimensioni, peso in stiva e in cabina) consigliamo di leggere attentamente quanto riportato dalle singole compagnie aeree in materia. Non mettere nel bagaglio in stiva bombolette spray o oggetti fragili. Mentre nel bagaglio a mano non inserire oggetti taglienti (forbicine, coltelli, lamette, rasoi, limette, ecc.) oggetti che vanno imbarcati nel bagaglio in stiva. Dal 06/11/06 la Comunità Europea ha adottato nuove norme per il trasporto di liquidi in tutti gli Aeroporti dell’Unione Europea, nonché in Norvegia, Islanda e Svizzera. Vedi sito ufficiale
www.enac.gov.it/I_Diritti_dei_Passeggeri/Cosa_portare_a_bordo/index.html Inoltre consigliamo di apporre l’etichetta bagaglio alla valigia per meglio identificarla inserendo gli indirizzi richiesti. Prima di lasciare la zona “ritiro bagaglio” accertarsi che la valigia ritirata sia la propria onde evitare spiacevoli scambi. In caso di mancata riconsegna recarsi all'ufficio lost & found dell'aeroporto di arrivo e fare subito la denuncia.

6. INFORMAZIONI E NORME PER VACANZE E STUDIO


I corsi per i teenager: sono tenuti da docenti madrelingua, selezionati per la loro specializzazione nell’insegnamento della lingua agli studenti stranieri. Sanno utilizzare tecniche e supporti didattici atti a rendere, nel breve periodo di una vacanza studio, le lezioni coinvolgenti, divertenti, attive. Non mancheranno quiz, canzoni, gruppi didattici, rappresentazioni teatrali… tutto per mettere in pratica quanto appreso in modo spontaneo.
Il materiale didattico consiste in testi, riviste, articoli di giornali riguardanti argomenti che possono suscitare l’interesse dei ragazzi e che quindi favoriscano il dialogo.
Grazie a nuove normative europee, approvate dagli enti preposti (British Council, FLE, fadaf, Insituto Cervantes, ecc.) docenti non madrelingua abilitati all’insegnamento di una lingua agli stranieri possono insegnare nelle scuole all’estero. Pertanto la definizione “madrelingua” è intesa come capacità linguistica, e non legata alla nazionalità del docente. Tutto ciò è completamente regolare poiché approvato dagli enti preposti.
Norme per gli studenti: sono poche e semplici e facili da seguire, basate sulla corretta convivenza e buona educazione. Tengono conto di quanto prevede la legge del paese ospitante a tutela dei minori.
La direzione della scuola fornirà le regole da seguire: comportamento, disciplina nel college/scuola/famiglia e durante le escursioni. Lo studente è tenuto a mantenere un comportamento civile nel rispetto delle abitudini e consuetudini del paese ospitante.
E’ severamente vietato fumare, bere alcolici, fare uso di sostanze stupefacenti e commettere atti di bullismo, disturbare la quiete con schiamazzi e grida o musica. Questi comportamenti possono essere causa di espulsione e rimpatrio.
Furti: all’estero la vigilanza è discreta, ma c’è. Quindi l’appropriarsi indebitamente di oggetti anche di poco valore comporta l’arresto ed il rimpatrio immediato.
La frequenza alle lezioni è obbligatoria; in caso contrario, non è possibile rilasciare il certificato di frequenza e si può anche decidere per il rimpatrio non potendo garantire il controllo del minore;
Tempo libero incluso nel programma: la partecipazione è obbligatoria essendo parte integrante al corso e vita sociale della scuola.
Norme di sicurezza personale:
  • Non allontanarsi dal gruppo senza l’autorizzazione dei responsabili o dell’accompagnatore IKH.
  • Non accettare mai passaggi in macchina da estranei.
  • Rispettare l’orario di rientro serale.
Contravvenire a queste norme può comportare il rimpatrio anticipato. Decisione che dipende unicamente dalla direzione all’estero e contro la quale IKH non ha possibilità di interferire.
Le spese per il rimpatrio anticipato saranno a carico del partecipante o dei genitori e nessun tipo di rimborso potrà essere richiesto.


INTERNATIONAL KNOW HOW - Agenzia On Line - via Apelle, 20 - 20128 Milano - Tel 02.2364234 - P.IVA 09161140158
Una realizzazione Luxor srl